IMPEDENZIOMETRIAImpedenziometro Akern BIA 101

La bilancia ci fornisce una misura globale della nostra massa corporea
espressa in chilogrammi.
Nessun’altra informazione ci fornisce però, in merito alla “composizione
corporea”. In altri termini, tramite questo mezzo, possiamo sapere qual è in
chilogrammi il nostro peso, ma non da cosa esso è costituìto.
Il nostro corpo infatti, è costituìto da diverse masse: l’acqua, le proteine
muscolari e tissutali, il grasso e alcuni minerali.
A tutt’oggi non esiste un metodo diretto per scandire con estrema
precisione i pesi e le percentuali di tali masse.
Pertanto tutti i metodi finora messi in atto per arrivare alla determinazione
di tali masse sono metodi indiretti i cui dati vengono ottenuti per
l’intermediazione di calcoli (cosiddetti “predittivi”) che rappresentano
una “stima” del loro reale valore.
I metodi più accreditati in tal senso, sono la “Plicometria” e
la “Impedenziometria”.
La prima (Plicometria) è lunga e indaginosa, e richiede una grande
esperienza dell’operatore (cioè di colui o colei che fa i rilievi plicometrici.
La seconda (Impedenziometria) è molto più semplice e, se si procede con
accuratezza, fornisce risultati certamente più precisi in brevissimo tempo!
Facendo attraversare il corpo da una debole corrente, tanto bassa ed
insignificante da non essere neppure avvertita dal paziente, possiamo
ottenere una serie di importantissime informazioni, quali la determinazione
dell’acqua, della massa magra e della massa grassa, del preciso
metabolismo basale di quel determinato paziente, e molte altre interessanti
informazioni. Quindi sulla base di tali risultati impedenziometrici,
possiamo prescrivere per tale paziente una dieta “ad personam” quanto
mai precisa ed efficace e possiamo monitorizzare, ovvero controllare
continuamente, l’entità dell’eventuale risparmio o viceversa dell’eventuale
demolizione della massa magra del paziente durante il processo della sua
diminuzione di peso!

Applicazione degli Elettrodi dell'Impedenziometro